AC MILAN, SETTORE GIOVANILE: L’ARRIVO DI SONCIN

MILANO – Nuovo arrivo, cui ha lavorato Mauro Bianchessi, responsabile dell’attività di base, per i Giovanissimi Nazionali del Milan della prossima stagione. Accolto da Filippo Galli, ha firmato oggi il suo contratto Matteo Soncin, classe 2001, portiere  proveniente dalla Bocar di Rovigo.

Il portiere, alto 1,83, già debuttato come prestito mese scorso nel Milan nel torneo UNICEF, durante Milan-Real Madrid a Lodi.

Ariedo Braida…tell me more

After the departure of Andoni Zubizarreta, Barcelona announced the arrival of Ariedo Braida. Mina Rzouki outlines what we can expect from Milan’s ex-director…

At Milan, a club once renowned for their gloss and glamour and high octane atmosphere, Ariedo Braida dulled the crass shine of the nouveau riche with old fashioned elegance. By contrast to those he associated with, the director was eloquent, sincere and renowned for his etiquette – a quality that made the difference in a working class sport that had begun to gorge itself on excessive wealth. He still cared to listen, to lend a helping hand and for that, great players such as Marco van Basten and Andriy Shevchenko arrived, helping to create an outstanding Milan.

Fundamental in constructing the sides deployed by one of Europe’s greatest teams, Braida may have been sophisticated be he was also a businessman when it came to closing the deals and getting the men he wanted, continuously beating the competition. His greatest talent was in realising what people needed and how to approach individual situations.

Frank Rijkaard? He had to act quickly, admitting that after he got the signature, he rushed to the toilet and stuffed the contract down his trousers to ensure its safety from the protesting Sporting fans.

Shevchenko? He appealed to the Ukrainian’s ambition, giving him a Milan jersey with his name on the back, Placing it in his hands he whispered “With this, you’ll win the Ballon d’Or.” And he did.

As for Kaka, while Leonardo was the man who noticed and contacted him, he was also the one that was about to lose him. Braida believed in the player and in his ability to compete and thus made the effort to remain in contact, softly wooing the Brazilian until the deal was completed. Without Braida, Kaka may have never have arrived at Milanello.

At times, Braida proved to know even more than the best Coaches in the world and that includes the great Fabio Capello. With Milan in need of a forward, it was Braida who saw the potential impact George Weah would make and acted quickly to bring the African to the city despite the nonchalance of the Coach, who was yet to trust the player’s quality. Not only did Capello not believe but he reportedly remarked that the club had bought him a ‘waiter’.

O ye of little faith. Weah not only proved to be a sensation but he helped Milan win two Scudetti, picking up the Ballon d’Or in 1995. Braida had known the outcome all along.

Sadly, the sporting director was never truly given the credit he deserved for his vision, sage advice and excellent dealings. Silvio Berlusconi, Vice-President Adriano Galliani and even Leonardo all boasted rambunctious personalities and a desire for adulation. As such Braida was forced to be content with only a few words of praise for the pivotal role he played in the arrival of the true greats and the construction of a balanced team.

That’s not to say he was always right or never made mistakes. His critics will point out that the Rossoneri did let Patrick Vieira go, while Christophe Dugarry was preferred to Zinedine Zidane, much to Juventus’ pleasure. Meanwhile the director was highly lauded for the purchase of Thiago Silva even though the centre-back admitted his arrival at Milan was largely due to Leonardo.

Others go so far as to say that his job was hardly difficult considering he was working for a European giant that once boasted an enormous budget and a brand that attracted the greatest talent. When the money dried up and the quality of the League deteriorated, so too did Braida’s reputation as that of a great negotiator and talent spotter. In truth he was made a scapegoat for Milan’s failures, eventually phased out by the club to which he dedicated 27 years of life.

After a brief stint with Sampdoria, Braida is back to working for a European giant with the capability of attracting the stars – a task at which he’s previously excelled. But it remains to be seen whether he still has the charm to accomplish the greatest feats in a world full of competition and even more money.

http://www.football-espana.net/48597/ariedo-braida%E2%80%A6tell-me-more

PRIMAVERA, LA DECIMA VITTORIA

Contro i semifinalisti di Coppa Italia, i rossoneri di Cristian Brocchi hanno riscattato lo scorso 23 Dicembre la sconfitta di Coppa a Bergamo vincendo 2-1 nel recupero di Campionato portandosi ad un solo punto dal primo posto. Tornato in campo Mario Piccinocchi.

MILANO – Vittoria importante del Milan sul campo dell’Atalanta nel recupero della 5^ giornata del campionato Primavera. I Rossoneri dominano il match e battono i bergamaschi 2-1, portandosi al secondo posto in classifica, a -1 dall’Inter capolista.
Nel primo tempo i Rossoneri vanno in vantaggio al 13′ con un gol di Giovanni
Crociata, tornato in campo dopo un brutto infortunio rimediato nel derby di andata. Al 30′ su cross perfetto di Calabria dalla destra, arriva il raddoppio di capitan Mastalli, al suo quarto centro in campionato.Nel secondo tempo Milan sempre in attacco: al 65′ Vassallo in terzo tempo di testa colpisce la parte alta della traversa, al 69′ Crociata va via a un avversario, entra in area di rigore e prova il diagonale di sinistro radente.

Bilancio più che positivo per i Rossoneri che arrivano alla sosta natalizia secondi in classifica a -1 dalla vetta. Nel girone di andata su 13 partite disputate, il Milan ha totalizzato 31 punti.

STATISTICHE IN CAMPIONATO:
Gare disputate 13
Vittorie 10
Pareggio 1
Sconfitte 2

Gol fatti: 43, miglior attacco del girone
Gol subiti: 14

PARTITE IN CASA:
Gare disputate 6
Punti fatti 15

Vittorie 5
Pareggio 0
Sconfitte 1

Gol fatti: 23, miglior attacco casalingo del girone
Gol subiti: 6

PARTITE IN TRASFERTA:
Gare disputate 7
Punti fatti 16, miglior rendimento del girone

Vittorie 5
Pareggio 1
Sconfitte 1

Gol fatti: 20, miglior attacco fuori casa del girone
Gol subiti: 8

In campionato la Primavera di mister Brocchi ha mandato in gol 14 giocatori diversi: 8 reti Vassallo, 7 Vido e Di Molfetta, 4 Fabbro e Mastalli, 3 De Santis, 2 Modic e Calabria, 1 Locatelli, Cutrone. Maldini, Ronchi, Derosa, Crociata.

Prossimo appuntamento Milan-Cagliari, domenica 18 gennaio al Centro Sportivo Vismara, a partire dalle 11.00.

PRIMAVERA: GRANDE VITTORIA

Grande vittoria del Milan sul Chievo per 4-0 nella 13′ giornata del Campionato Primavera.

MILANO – Al Centro Sportivo Vismara la 13′ giornata del Campionato Primavera tra Milan e Chievo è finita 4-0. Erano di fronte il Milan secondo in classifica e desideroso di riscatto contro il Chievo quarto. Ottima prestazione da parte dei rossoneri che ipotecano il risultato già nel primo tempo in circa 10 minuti. All’11’ Vassallo libera un gran sinistro da fuori area senza lasciare scampo a Sorcan; al 14′ Derosa dalla bandierina del calcio d’angolo raddoppia e al 22′ Di Molfetta, con una grande invenzione su punizione, porta il risultato sul 3-0. Nel secondo tempo i rossoneri controllano la partita e trovano il gol del 4-0 finale al 58′ con un gran destro di Calabria.

Di seguito la cronaca della partita:
2′ TEMPO
90′ + 3′ Fischio finale.
90′ Tre minuti di recupero concessi dall’arbitro.
83′ Ancora una grandissima parata di Aiolfi, questa volta di istinto, su una conclusione ravvicinata di Posarelli.
82′ Occasione per il Chievo, gran tiro di Ghirardi da fuori area e grandissima parata di Aiolfi che devia in angolo.
80′ Sostituzione per il Milan, esce Gamarra, al suo posto Bonanni.
74′ Tiro pericoloso da parte di un attaccante del Chievo ma Aiolfi si fa trovare pronto.
73′ Sostituzione per il Milan, esce Vido, al suo posto entra Maldini.
69′ Sostituzione per il Milan, esce Vassallo, al suo posto entra Fabbro.
66′ Grande occasione per il Milan, Vassallo si trova a tu per tu con Sorcan ma calcia alto sopra la traversa.
63′ Ammonizione per il Chievo, cartellino giallo per Damina per fallo su Vassallo.
60′ Sostituzione per il Chievo, esce Gallo, entra Rossi.
58′ Gol del Milan, gran destro da fuori area di Davide Calabria che porta il risultato sul 4-0.
57′ Occasione per il Milan, passaggio filtrante di Vido per Locatelli che prova a servire un compagno al centro ma la difesa del Chievo respinge.
53′ Ammonizione per il Chievo, cartellino giallo per Bianchi per fallo su Mastalli.
51′ Calcio d’angolo per i rossoneri.
49′ Fallo su Vido, punizione per il Milan.
46′ Iniziato il secondo tempo.
46′ Sostituzione per il Chievo, fuori Crociati, al suo posto Stanghellini.

1′ TEMPO
45′ + 1′ Fine Primo Tempo.
45′ + 1′ Occasione per il Milan, Di Molfetta calcia in porta a giro ma il suo tiro viene deviato da un difensore in angolo.
45′ Concesso 1′ minuto di recupero.
42′ Fallo di De Santis, punizione per il Chievo.
34′ Sostituzione per il Chievo, esce Toskic, al suo posto Ghirardi.
26′ Fallo di Bordi sulla destra, punizione per il Chievo.
22′ Gol del Milan, Di Molfetta batte la punizione conquistata da Vido soprendendo Sorcan con un tiro rasoterra sul palo del portiere, 3-0.
21′ Porta palla Luca Vido che subisce un fallo al limite dell’area, punizione per il Milan.
14′ Raddoppio dei rossoneri, Derosa batte un calcio d’angolo a giro, nessuno devia il pallone che oltrepassa la linea per il 2-0 del Milan.
13′ Calcio d’angolo per il Milan.
11′ Gol del Milan, Vassallo recupera palla fuori dall’area del Chievo e libera un sinistro imparabile per Sorcan.
11′ Occasione per il Milan, Vido cambia gioco sulla destra, Vassallo prova a concludere in acrobazia ma non trova la porta.
8′ Occasione per il Chievo con Bianchi che però non riesce a tirare grazie ai due interventi di Bordi.
4′ Tiro di Yamga dal limite, respinge De Santis.
2′ Bel cross di Di Molfetta dalla sinistra, Mastalli di testa non trova la porta.
1′ Partita iniziata.

Queste le formazioni iniziali:

MILAN: Aiolfi; Calabria, Derosa, De Santis, Gamarra, Bordi, Mastalli, Locatelli, Vido, Di Molfetta, Vassallo. A disposizione: Cavana, Felicioli, Maldini, Piccinocchi, Bonanni, Ronchi, Crociata, Cutrone, Fabbro, Turano. All. Cristian Brocchi.

CHIEVO: Sorcan; Crociati, Bertoldi, Mansi, Toskic, Posarelli, De Paoli, Damian, Gallo, Yamga, Bianchi. A disposizione: Pasotti, Bandini, Stanghellini, Sbampato, Coulibaly, Zamboni, Carraro, Maccari, Rossi, Ghirardi, Bertasini. All. Lorenzo D’Anna.

https://www.acmilan.com/it/news/show/155298